Edit

Appuntamento di gennaio 2022 con i Missionari

Purtroppo anche il prossimo gennaio 2022 i missionari non saranno presenti in Piazza dei Quiriti e non sarà possibile portare alcun tipo di pacco da inviare ai bambini.

Chi può e chi vuole, può far avere al proprio bambino/a, ragazzo/a un contributo da aggiungere alla quota di rinnovo. Questo contributo aggiuntivo, sarà utilizzato dai missionari per acquistare ciò di cui i bambini e i ragazzi hanno più bisogno. Nei limiti del possibile, in relazione alla situazione Covid-19, vi saranno inviate foto con il materiale acquistato.

Per chi volesse continuare la tradizione del rinnovo e ritiro della pagella e la eventuale letterina, lo potete fare nella nostra sede di Roma:

in Via Evandro, 18 (zona Tuscolana, p.zza S. Maria Ausiliatrice)

nei giorni: dal 29 gennaio al 06 febbraio 2022

nei seguenti orari: dalle 09 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00

Se non potete venire personalmente per il rinnovo, potete inviare:

Un bollettino postale intestato:

c/c n° 2968097

ASSOCIAZIONE GIANNI ELSNER onlus

VIA EVANDRO, 18

00181 ROMA

specificare nella causale “Erogazione liberale (codice di adozione)”

Un bonifico intestato a:

ASSOCIAZIONE GIANNI ELSNER onlus Banco di Desio e della Brianza s.p.a. Ag. 456

IBAN IT22 N034 4003 2200 0000 0296 000

specificare nella causale “Erogazione liberale (codice di adozione)”

Per informazioni potete contattarci:

tel. 06.354.50.482

cell. 388.19.31.036

e-mail: info@associazionegiannielsner.it

             Lettera di Natale 2021

Cari
amici, padrini e madrine dei nostri amati bambini e giovani.

come gli
altri anni, ci avviciniamo a voi per salutarvi in occasione del Natale che si
avvicina, per il nuovo anno che intravediamo e per raccontarvi come è stato il
nostro anno.

Natale è tempo
di perdonare ed essere perdonati.

È tempo
di confortare ed essere confortati.

È ora di
guarire ed essere guariti.

È tempo
di amare ed essere amati.

È tempo
di Pace, Speranza e Amore, perché ci è nato un Bambino, ci è stato dato un
figlio (Is.9,6)… il Principe della Pace… Gesù Salvatore.

Auguriamo
a ciascuno di voi che il Natale sia un tempo vissuto in questo modo e che l’anno
2022 porti nelle vostre case tutti questi doni.

Il 2021 è
stato l’anno più difficile della pandemia, ma l’abbiamo vissuto con speranza,
aspettando che accadesse qualcosa di meglio nella nostra vita. Un anno in cui
abbiamo avuto più contagi e, dolorosamente, anche più morti. Abbiamo sofferto
l’incuria del nostro governo per quanto riguarda l’assistenza sanitaria e
ancora una volta abbiamo verificato che la sanità e l’istruzione sono gli spazi
più trascurati, il bilancio nazionale non utilizza nemmeno il 5% delle risorse
a disposizione per coprire questi fabbisogni fondamentali, quando in realtà
dovrebbe stanziarne il 20%, secondo la legge nazionale.

Questo ha
significato, ospedali privi di letti e malati che hanno vagato per i corridoi, sistemati
su sedie e poltrone portate dalle case. Unità di terapia intensiva? Nemmeno a sognarle
nelle nostre città, solo ad Asunción ce ne sono pochissime ma non sono
sufficienti per la dimensione della popolazione. Medicinali? Le farmacie degli
ospedali pubblici sono vuote.    Il
risultato è che tante persone piangono guardando i propri cari “partire” per la
mancanza di tutto ciò di cui hanno bisogno. Queste situazioni sono quelle a cui
ci siamo dedicati particolarmente, perché senza dubbio i poveri sono i più
sofferenti in tempi di crisi. La nostra Farmacia Social, più che mai è stata
aperta e a loro disposizione. In tanti, in questo percorso di vicinanza ai
malati contagiati dal virus, ci avete dimostrato solidarietà, e di questo ve ne
siamo immensamente grati. Con il vostro aiuto abbiamo potuto fare molto,
ringraziamo Dio che è stato fonte di speranza.

Com’è ora
la situazione della pandemia in Paraguay? Da agosto sono iniziati a diminuire i
casi dei contagi e dei decessi. Dal 12 dicembre il 38% della popolazione è
stato vaccinato con due dosi del vaccino ed ha avuto inizio la fase di
somministrazione della terza dose negli adulti di età superiore a 60 anni. I
bambini e gli adolescenti dai 12 ai 17 anni, con malattie di base, da luglio hanno
accesso al vaccino, e dal 10 novembre, tutti quelli di questa fascia di età
hanno iniziato la vaccinazione. Attualmente abbiamo di nuovo delle zone rosse,
soprattutto al confine con il Brasile, che iniziano a crearci serie
preoccupazioni, però sappiamo di essere nelle mani del Buon Dio.

 E i nostri figli, vostri figliocci? Molti di
loro sono stati infettati dal Covid e molti hanno subito la perdita di cari che
ancora piangono. In molti casi, queste perdite hanno riguardato i genitori, con
la conseguenza di portare gravi problemi economici all’interno, della già
difficile situazione di sostentamento delle famiglie, dovuta alla perdita di
fonti di lavoro e di opportunità di commercio e collocamento di prodotti
artigianali, che è la principale fonte di reddito, soprattutto a Carapeguá.

Per
quanto riguarda la scuola, praticamente fino ad agosto, i bambini hanno seguito
tutte le classi in modo virtuale, con telefonino o fotocopie fatte dalle maestre,
dopodiché, alcuni hanno ripreso a frequentare le aule scolastiche ad
intermittenza, cioè si sono alternate classi diverse, in giorni diversi.
Certamente, questo ha avuto conseguenze disastrose in termini di apprendimento
e socializzazione dei bambini e adolescenti, tuttavia le pagelle vi arriveranno
come gli altri anni, cosicché potrete informarvi meglio sulla situazione dei vostri
rispettivi “figli del cuore”.

Per
finire, condividiamo con voi un pezzo di canzone che ci ha rafforzato in questo
tempo, che vi dedichiamo con affeto ed è così:

Giorni tristi, è difficile per noi essere molto soli

Cerchiamo mille modi per superare il vuoto e il male

Mesi grigi, era tempo di nascondersi

Forse è il modo per incontrarci di nuovo

Vederci da lontano così uniti, spingendoci nello stesso
posto

Manca solo un po’ di più

Ci ritroveremo, brinderemo ancora

Un caffè è in attesa nel nostro bar

Spezzeremo quel metro di distanza tra me e te

Non ci sarà più uno schermo tra i due

Ora è il momento di pensare e avere pazienza

Fidati di più delle persone, aiuta gli altri….

Purtroppo la particolare instabilità della situazione
contagi, anche per questo anno, non ci permette di essere presenti in P.zza dei
Quiriti nella parrocchia di S. Gioacchino e di conseguenza non sarà possibile
spedire i pacchi per i nostri bambini.

Come lo scorso anno contiamo sulla vostra generosità e per
chi può e chi vuole, può inserire qualche soldino in più nella quota del
rinnovo, cosicché ci preoccuperemo noi di fare avere ai vostri bambini ciò di
cui hanno più bisogno.

Grazie di
cuore carissimi amici, ci avete sostenuto nonostante la distanza, ci avete dato
forza, ci avete dato amore e speranza e crediamo di poter dire onestamente: CI
RITROVREMO!!!

 

Dio vi
benedica abbondantemente! Buon Natale… Felice Anno 2022.

 

Suor  Fabiola Camacho                 P. Attilio Cordioli                        Sra. Annamaria Cordioli