Logo Associazione Gianni Elsner onlus Associazione Gianni Elsner onlus Logo Associazione Gianni Elsner onlus
Bacheca
L'associazione
Lettera di Natale 2020
Letterina di Natale 2020

Carissimi padrini e madrine dei bambini del Paraguay,

Il periodo che stiamo vivendo non è dei migliori, comunque diciamo ancora: Buongiorno!

Questo è stato un anno incredibile, non avremmo mai immaginato di arrivare ad una festa così importante come il Santo Natale e dovervi dire: "Quest’anno non potremo vederci personalmente faccia a faccia, non potremo abbracciarci,non potremo parlare a viva voce dei nostri cari bambini, perché, purtroppo questa volta abbiamo dovuto prendere, a nostro malincuore, la decisione di non venire in Italia per il nostro incontro annuale divenuto ormai tradizione”.

La situazione della pandemia, dovuta al Covid-19, ha generato in noi molta paura. Il rischio di infettarci, ed eventualmente morire o che si ammali o muoia un nostro caro, ci preoccupa molto.

Il cambio di abitudini e il mododi organizzare la vita giorno per giorno, nella casa e nella scuola, ci ha posto una sfida e ci ha obbligato a sforzarci per adattarci al nuovo modo di vivere. Sappiamo che anche voi avete dovuto sperimentare lo stesso problema!

Da marzo scorso i nostri bambini e giovani sono dovuti rimanere incasa, obbligati a seguire le lezioni in modo virtuale, con l’ausilio di qualche tecnologia, o semplicemente a distanza. Questa condizione ha messo ancor di più in evidenza le carenze dei nostri figliocci che vivono in famiglie di umili condizioni.

Il rapporto dell’UNESCO, sul conseguimento dell’istruzione in tempo di Covid-19, ha evidenziato che circa 250 milioni di studenti sono rimasti esclusi dal sistema scolastico nel 2020! Questo documento rivela che la principale difficoltá di accesso all’educazione è la povertà, tanto chei paesi più poveri sono quelli che ne hanno pagato maggiori conseguenze. La pandemia ha "contagiato” il sistema di insegnamento evidenziando,ancora di più, la differenza educativa tra ricchi e poveri.

Il Paraguay, come la maggioranza dei paesi latino-americani, di fronte alla crisi, ha l’enorme sfida dell’apprendimento senza le classi presenziali, sia nel settore pubblico che nel privato. La tecnología é stata una risposta chiave, oggi la "piattaforma educativa On line” è una realtà che è arrivata per restare nel nostro uso quotidiano, però le statistiche sono lapidarie. Uno studente ogni dieci, delle scuole vulnerabili, non ha la possibilità di accedere ad Internet, in molti sono costretti ad arrampicarsi sui tetti delle case per avere il segnale. Altri non hanno né computer e né telefono cellulare intelligente, o semplicemente non sanno utilizzarlo e mancano delle condizioni minime necessarie per studiare in casa.

L’incertezza, rispetto a quanto tempo sarà necessario l’isolamento e lo stare in casa, genera insicurezza. Mentre le necessitá aumentano, molte famiglie hanno perso il lavoro per la chiusura di piccole industrie e commerci. Siamo in una zona che si mantiene coni prodotti dell’agricoltura familiare e dell’artigianato che, in tempi normali, venivano venduti nelle varie zone del paese creando la sussistenza. Attualmente questo sistema non é possibile e la terribile conseguenza è stata una maggiore povertà; dove la minaccia della fame si fà sentire sempre di più.

Con questa situazione, cosa abbiamo fatto? A molti dei i nostri figliocci, soprattutto delle medie, superiorie dell’Universitá ci siamo sentiti in dovere di aiutarli dotando loro di telefono o computer per poter seguire le classi virtuali e non perdere l’anno scolastico. Abbiamo anche dato a tanti altri alimenti per appoggiare le famiglie e lo abbiamo fatto sia per quelli che hanno o no un padrino italiano che li aiuta. In altri casi, specialmente per i piú piccoli, abbiamo dato loro il servizio di una maestra ambulante, che andando di casa in casa distribuiva i compiti e li aiutava a comprendere le lezioni e completarle.

E voi, cosa avete fatto durante questo tempo? Ci avete dato una grande mano per permetterci questo grande aiuto! Ringraziamo tutti voi di cuore, perché ci avete accompagnato in questo difficile momento con la vostra generositá,la vostra presenza, anche nella distanza, e l’appoggio di sempre.

Vogliamo esprimere la nostra gratitudine anche alle persone che ci hanno aiutato per dare un sostegno ai bambini che non hanno la fortuna di avere un padrino o madrina italiana, Dio li ripagherà con abbondanza.

Con tutto questo ci viene inmente l’immagine, come dice Papa Francesco, del Buon Samaritano che va per il cammino e soccorre chi incontra ferito per colpa di altri e si sente responsabile del prossimo, degli altri e del mondo!

Voi e noi, insieme, abbiamo cercato di essere "Buoni Samaritani” in questo terribile periodo, per ricordare che non tutto è così cattivo come sembra, i tramonti continuano ad essere meravigliosi, anche se siamo in pandemia.

Il coronavirus continua a obbligarci a grandi sfide, che ci manterranno in allerta, almeno durante tutto il prossimo anno 2021. I nostri bambini e giovani continueranno ad avere bisogno della vostra solidarietá. Noi non possiamo cambiare la pandemia, peró possiamo cambiare il nostro cuore e la forma di viverla nel nostro interiore, per convertirla in una benedizione.Come dice Oscar Wilde: "quello che ci sembra una prova amara, è a volte una benedizione mascherata”

Molto presto, all’inizio del prossimo anno, vi arriveranno le pagelle dei vostri figliocci, sia per posta elettronica o per posta ordinaria, e se qualcuno non ha potuto continuare gli studi, per i motivi che vi abbiamo spiegato anteriormente, ve lo faremo sapere.

Nuovamente vi ringraziamo per la vostra disponibilitá e generositá, voi ci state aiutando a che "un altro mondo sia possibile”.

Carissimi padrini e madrine, i bambini e i giovani del Paraguay pregano sempre per voi, anche qui è arrivata la notizia della seconda ondata del virus che state vivendo in Italia e che anche voi state passando un momento difficile come il nostro. Però ugualmente vorremmo che la nostra speranza e la vostra si mantengano accese, tutti siamo sulla stessa barca…,dice Papa Francesco, incoraggiamoci a vicenda con le preghiere e l’affetto, anche se a distanza.

Arriviamo a Natale, Gesú fatto bambino vuole nascere per tutti, per il nostro mondo, Lui porterá buone notizie, ci rafforzerá il cuore alla fine di quest’anno cosí sofferto. Apriamogli le famiglie,il paese, il mondo, tutto il nostro essere!

Questa pandemia ci dovrá servire per diventare migliori persone, altrimenti sarà un anno che fará male alla nostra memoria e niente piú!

Il nostro Desiderio é di vivere un Natale carico di luce, amore, pace e tante benedizioni, che l’anno 2021 porti tante buone cose a tutti noi.

Come già detto quest’anno non potremo essere presenti in P.zza dei Quiriti nella parrocchia di S. Gioacchino ed inoltre non sarà possibile spedire i pacchi per i nostri bambini.

Contando sulla vostra generosità, chi può e chi vuole, può inserire qualche soldino in più nella quota del rinnovo, cosicché ci preoccuperemo noi di fare avere ai vostri bambini ciò di cui hanno più bisogno.

Vi abbracciamo con tanto affetto e speriamo che presto ci sia possibile incontrarci nuovamente…

Dio benedica voi, le vostre famiglie, il lavoro,i vostri sogni e speranze.

 

P. Attilio Cordioli   Suor Fabiola Camacho  Sig.ra Annamaria Cordioli

 

Area riservata © ASSOCIAZIONE GIANNI ELSNER onlus
Si ringraziano gli sponsor
per il sostegno che continuano
a dare all'associazione
Ottica Candino
Autostemac
Hotel Cavalli
TMP Tecno Restauri
Elymania Modellismo
Gruppo Associazione Giannie Elsner onlus
Attendere Prego